Il “giro dell’anello” è una espressione linguistica e toponomastica che appartiene ai vecchi abitanti di Tor Pignattara, ma che si è parzialmente trasmessa nell’uso anche se molti non sanno cosa esattamente significa. In via generale si riferisce all’esistenza di una marrana (un bacino d’acqua piovana) situato fra Via Cencelli e Via Baracca, attorno alla quale il tram elettrico compiva il suo giro per entrare nel quartiere.

Antropologia

Il tracciato interno al quartiere del treno Roma-Fiuggi-Alatri-Frosinone oggi è scomparsi ma è un ricordo vivido nella memoria degli abitanti più anziani del quartiere. Il trenino, circumnavigata la marana, proseguiva su Via Francesco Baracca davanti al famoso bar Bruciaferri, che ha chiuso nel 1988 per fare posto ad una merceria anch’essa chiusa per fare posto oggi ad una sala giochi cinese.
Nel 1937 all’altezza di via Cencelli aprì un’osteria della famiglia Capozzi, che prese il nome dal “giro dell’anello” (Il Giro dell’Anello), ancora oggi esistente con lo stesso nome.

Storia del ‘900

La ferrovia Roma-Tor Pignattara, primo tratto della linea Roma-Fiuggi-Alatri-Frosinone, fu inaugurata nel 1914, dalla compagnia ferrotramviaria Società Ferrovie Vicinali (nata nel 1903) e poi passata in gestione alla Società Stefer. Il binario interno al quartiere venne inaugurato nel 1927, creando così la famosa biforcazione ad Anello.

Address

Our Address:

Via Amedeo Cencelli, 8

Telephone:

-

Email:

-

Web:

-