Il Cannone (o Monumento) è costituito da un cannone austriaco, posto sul lato destro della via Casilina in direzione sud.

Storia del ‘900

Il monumento venne costruito per volontà della parrocchia dei santi Marcellino e Pietro a Tor Pignattara in onore dei caduti delle famiglie del quartiere durante la prima guerra mondiale e inaugurato, con una solenne cerimonia, il 20 ottobre 1924, alla presenza di monsignor Bevilacqua, dopo una processione in onore della Beata Vergine del Rosario. È posto a difesa del quartiere e della città da tutti i nemici provenienti dal meridione. Il 4 giugno 1944 anche la Quinta Armata Americana comandata dal generale Mark Clark. Oggi una lapide ricorda i caduti di tutte le guerre.

Antropologia

Il “Cannone” di Tor Pignattara segna un pezzo di storia memoriale del quartiere ed è diventato toponimo dell’incrocio stesso (“Er Cannone”; “Ci vediamo al Cannone”).

Ancora oggi il Cannone segna il paesaggio urbano tra mille trasformazioni urbanistiche e demografiche; tuttavia oltre al suo valore di memoria storica è un luogo che può essere letto in controluce attraverso alcune immagini, nonché nelle rappresentazioni e nelle pratiche contemporanee. Una piccola storia delle immagini del Cannone ci aiuta a ripercorrerne alcuni mutamenti.

E’ infatti oggetto di cartoline a partire dagli anni Trenta, quando la migrazione in questo territorio proveniente da varie parti d’Italia e un forte patriottismo producevano evidentemente una richiesta di questo genere di “ricordi” e di testimonianze da inviare a parenti ed amici (chi spediva le cartoline del Cannone da questa parte della città, se non forse i nuovi residenti che immigravano qui da varie parti d’Italia?).

il-cannone-1942

Ma il Cannone lo scorgiamo anche in una rara fotografia degli anni Settanta, dove appare già de-sacralizzato rispetto alla sacralità della cartolina diventando luogo di giochi di strada di bambini del quartiere (nella fotografia si vede un gruppo di bambini che gioca a nascondino con uno di loro che fa la conta proprio sulla lapide dei caduti e altri bambini che si nascondono nelle vicinanze).

risorsa-15-foto-2-il-cannone-nel-1971-fonte-roma-sparita

Oggi, il Cannone resiste come monumento e nella toponomastica popolare, ma il suo carattere di icona vacillante del quartiere si percepisce quando si sente parlare alcuni anziani, i quali preoccupati e spaesati dai cambiamenti del quartiere esclamano: “Mo’ co’ sto macello toglieranno pure er cannone”.

Address

Our Address:

Via Carlo della Rocca 2, Roma

Telephone:

-

Email:

-

Web:

-