È già stato soprannominato la “Cappella Sistina di Tor Pignattara” il tributo a Pier Paolo Pasolini nato dall’arte di Nicola Verlato: “Hostia” è un murales sorto a Roma sulla facciata di una palazzina in via Galeazzo Alessi 215 nell’aprile del 2015.

Dieci metri di altezza per quasi sei di lunghezza, acrilico su intonaco, “biblicamente” rappresentano la morte dello scrittore e regista romano, ucciso a bastonate e poi travolto da un’auto a Roma nel 1975.
La location non è casuale: il quartiere era uno dei più frequentati da Pasolini e, dopo Quadraro, San Basilio, Ostiense e Tor Marancia.

“Questo lavoro rappresenta la discesa del corpo di Pasolini al momento della sua morte. In alto si vede la figura del presunto assassino Pelosi e due giornalisti che lo intervistano. Pasolini precipita verso un luogo allegorico, una sorta di isoletta in cui trova se stesso bambino seduto sulle ginocchia della madre cui dedica i suoi primi versi, mentre si rivolge a Petrarca, suo mentore ideale a quel tempo” (Nicola Verlato)

La Cappella Sistina di Tor Pignattara è un caso molto particolare di arte urbana di comunità. Pur essendo stata di fatto pianificata e prodotto senza il coinvolgimento degli abitanti, lo stile, il tema e il tempo dedicato dall’artista all’opera (e la conseguente partecipazione indiretta di molti al processo creativo), l’hanno fatta entrare di diritto nel novero delle opere più amate dai cittadini del quartiere. Il “battesimo” popolare dell’opera ne segna la consacrazione a simbolo del territorio, al pari di monumenti come il Mausoleo di Sant’Elena o l’Acquedotto Alessandrino, di edifici come il Cinema Impero o lo Scuola Carlo Pisacane, oppure del trenino Roma-Giardinetti.

Produzione: Sky ARTE
Curatore: David Diavù Vecchiato
In collaborazione con: Level 33
Con il supporto: I Love Torpignart (C.d.Q. Tor Pignattara ed Ecomuseo Casilino)

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Via Galeazzo Alessi 215, Roma

Telefono:

-

Email:

-

Web:

-