Il percorso paesaggistico e urbanistico si articola tra città e campagna romana nel settore est di Roma. In questo percorso si riscontrano numerose risorse paesaggistiche (Parco di Villa Gordiani, Villa De Sanctis, parco di Centocelle) e urbanistiche (vie consolari Casilina e Prenestina, quartiere dei villini di via Formia, borgate, chiese, monumenti, punti di riferimento come il Mausoleo di Sant’Elena, il Cinema Impero, piazze, luoghi d’incontro, ecc) e si possono ancora ammirare scorci di campagna romana all’interno del tessuto urbano (agro romano, casali, torri, ville). Tutto ciò si relaziona al tema - ricerca dell’Ecomuseo Casilino per il fatto che il paesaggio ed il contesto urbano contemporanei sono il frutto, nel tempo, dell’opera dell’uomo che ha stratificato nel territorio le sue azioni. Le suddette risorse ossia i punti di interesse del territorio del comprensorio Casilino si intrecciano in trame di significato, connotandolo e costituendo alcuni nodi cruciali, che oggi sono divenuti anche simboli del quartiere da recuperare per immaginare un futuro di questi luoghi. Si indagherà con la comunità la possibilità di realizzare l’Ecomuseo urbano per sviluppare il sapere comune e le specificità locali (milieu locale).

20 oggetti visualizzati di 21

Attiva/Disattiva Filtri
Conto
Ordina per
Ordine

Complesso di edilizia economica, portato a termine nel 1926, denominato dall’Istituto Autonomo per le Case Popolari, Casilino I venne disegnato da Innocenzo Sabatini e seguito da Paolo Tuccimei per la Società Anonima Costruzioni Edilizie. Il…

Complesso composto da 7 villini plurifamiliari con entrata condivisa.

Il casale Mengoni-D’Antoni è un casale storico della campagna romana sito in via Labico 67 nella zona della Marranella a Tor Pignattara

Le Case popolari di Villa Gordiani, di Monica Capalbi. Tratto da “Uno Sguardoingiro: il quartiere Gordiani al Collatino” (prodotto da Sguardoingiro 2018)