Nei quartieri storici del Municipio Roma 5 (Tor Pignattara, Pigneto, Quadraro, Centocelle) esiste un patrimonio ricchissimo di street art da tutti conosciuto. Ma insieme all'arte pubblica diffusa c'è una rete di realtà artistiche, artigianali e creative che dialoga con ad un tessuto associativo vivo e fecondo.

Questa sovrapposizione di livelli crea un'unicum nel panorama romano, in cui la dimensione "pubblica" e "comunitaria" della cultura assume livelli altrove impensabili. L'imprenditore culturale, l'associazione, il comitato, l'artista sono parte di un discorso condiviso che è costantemente in fieri Tale processo ha portato, nel tempo, alla costruzione di assett culturali di primissimo ordine che sono però sempre caratterizzati da una dimensione di partecipazione, coinvolgimento e sostegno comunitario che rende l'arte e la cultura prodotta nell'area sempre un discorso collettivo.

Showing 18 from 18 Items

Count:
Sort by:
Order:

Il mural dedicato a Pier Paolo Pasolini realizzato da Nicola Verlato

Il mural più alto di Roma si staglia ai confini fra il quartiere di Tor Pignattara e Pigneto

Durante l’edizione 2014 di Alice nel paese della Marranella Jef Aérosol decise di abbellire alcuni luoghi della via da lui considerati simbolici

Uno dei mural più controversi e scenografici del quartiere realizzato dall’artista svedese Etnik

Dulk disegna un’improvvisa irruzione di un paesaggio naturale, fantastico e onirico nel complesso delle facciate anonime dei palazzi anni ’70 della zona.

Un bimbo su un elefante. Un’immagine straniante alla fine di Via Pavoni. Proprio laddove l’ex vicolo della Marranella s’interrompe per far posto al cantiere “infinito” di Via Alò Giovannoli

Atoche ritrae la tipica scena del vicolo: donne sedute sul marciapiede intente a discutere del più e del meno.

Durante l’edizione 2014 di Alice nel paese della Marranella Jef Aérosol decise di abbellire alcuni luoghi della via da lui considerati simbolici

Durante l’edizione 2014 di Alice nel paese della Marranella Jef Aérosol decise di abbellire alcuni luoghi della via da lui considerati simbolici

Il mural realizzato da Anita Genca in occasione dell’edizione 2016 di Alice nel Paese della Marranella

Nel corso dell’edizione 2014 di Alice nel Paese della Marranella, un gruppo di artisti si cimentò nella decorazione di un vecchio muro posto sul retro del Cinema Impero.

Durante l’edizione 2014 di Alice nel paese della Marranella Jef Aérosol decise di abbellire alcuni luoghi della via da lui considerati simbolici

Durante l’edizione 2014 di Alice nel paese della Marranella Jef Aérosol decise di abbellire alcuni luoghi della via da lui considerati simbolici

Durante l’edizione 2014 di Alice nel paese della Marranella Jef Aérosol decise di abbellire alcuni luoghi della via da lui considerati simbolici

Suggestioni rinascimentali per quest’opera dell’artista peruviano Carlo Atoche

Il Cinema Impero è un luogo simbolo del quartiere. Dopo anni di chiusura e abbandono in questi ultimi anni sta rinascendo grazie all’apporto attivo delle comunità locale.

Un mural che è viaggio emozionante nell’essenza profonda di un quartiere complesso, contraddittorio, stratificato, in uno dei momenti di maggiore tensione e intolleranza.

L’opera realizzata da Carlos Atoche per l’evento MURI SICURI: Dipingiamo un muro per Salvarne 100, finalizzato a raccogliere fondi per le popolazioni colpite dal terremoto