biblio-disordine-982x540

La biblioteca diffusa di Tor Pignattara

Il territorio di Tor Pignattara si contraddistingue per la sua capacità di reagire alle criticità attraverso la proposta, la progettualità a anche la lotta. Alcuni la chiamano resilienza altri resistenza, ma al di là dei termini, sempre ambigui e limitativi, possiamo dire che i cittadini del quartiere hanno riempito un’assenza (la biblioteca) con tante “piccole presenze”.

È nata così una vera e propria biblioteca diffusa creata dagli stessi cittadini. Una rete di street libraries in continua espansione.
In questa mappa, necessariamente in progress, intendiamo dar conto di questo fenomeno estremamente interessante, che in realtà è attivo da tempo ma che negli ultimi mesi ha subito una significativa spinta in avanti.

Come dicevamo la mappa, come tutte quelle dell’Ecomuseo Casilino, è in costante aggiornamento e quindi se avete altri “postazioni” da segnalare inviateci una mail all’indirizzo ecomuseocasilino@gmail.com indicandoci la via, il nome dell’iniziativa. Se possibile allegate anche una foto o un piccolo video.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Centocelle: i murales di E.P.ART firmati da Diavù

L’artista David “Diavù” Vecchiato sta ultimando le opere su due facciate del plesso “Massaia” dell’I.C. Artemisia Gentileschi. I due murales sintetizzano artisticamente i temi emersi nel corso del progetto E.P.ART, con un attenzione particolare al tema della memoria del quartiere, un bene immateriale da curare e valorizzare, grazie anche al ruolo attivo delle scuole.